Graniti: il meraviglioso paesino siciliano trasformato in un museo a cielo aperto

Graniti è un comune di 1.500 abitanti, situato nella parte nord orientale della Sicilia, in provincia di Messina, all’inizio dei monti Peloritani, ad un’altitudine di 350 mt. sul livello del mare che nel punto più alto arriva ad oltre 1000 metri.

Graniti, a Sicilian village of color between green pines and murals

Graniti, il “paese dei murales

Graniti: twelve female artists from Canada to "paint" the historic centre

They are part of the “13 Feet Off the Ground” association and have been working for days to create murals in the streets of the town as part of the initiative conceived three years ago by the entrepreneur and patron Salvatore Romano. The new works, which are added to the fourteen already existing ones, will be inaugurated the day after tomorrow…..

GRANITI, DOMANI L'INAUGURAZIONE DELLE OPERE REALIZZATE DALLE 12 ARTISTE CANADESI

Gli alunni nei vicoli tra i murales in fase di allestimento si immergono nell’ambiente, trovando la bellezza nell’ordinario e scoprendo se stessi. I bambini sono molto attenti, divertiti e incuriositi, poiché questa è stata un’esperienza artistica al di fuori dei consueti schemi dell’aula. Il coinvolgimento degli alunni si è aggiunto all’iniziativa di qualche giorno fa, che aveva già visto i cittadini, grandi e piccoli, cimentarsi con i pennelli accanto alle artiste. La popolazione era stata invitata a dipingere i bouganville appositamente disegnati nel gigantesco murales di Angela Gooliaff, situato su una delle terrazze del parco sopra il campo di calcetto.

Alessia Vanadia

GRANITI (Me) – 12 Canadian artists to complete the mural itinerary. Inauguration Saturday

Michael LaRosa – A path between murals. A country transformed into a sort of open-air art gallery. The cultural and valorisation operation of the small town of Alcantara continues. For several days, twelve Canadian artists have arrived, who have joined the Graniti Murales project which has now been carried out for 3 years by the No Profit ArtProject Graniti association.

Stanno realizzando 12 graffiti

Artiste canadesi stanno colorando Graniti con paesaggi, ma anche con opere di arte figurativa realistica e astratta. Michele La Rosa è uno degli artisti che partecipa a questo progetto chiamato GRANITI, che ha portato dodici artisti canadesi nel villaggio per una settimana. Questa iniziativa è stata portata avanti dall’associazione “No Profit Art Project Graniti” per tre anni. Le dodici artiste di Vancouver fanno parte di un’associazione chiamata “13 Feet Off the Ground” che si dedica a promuovere il dialogo internazionale sul ruolo delle artiste donne.

Le artiste stanno già realizzando dodici murales per le strade del paese, uno dei quali sarà un’opera di gruppo, oltre a un’installazione d’arte. Ciascuna artista ha scelto un muro su cui creare il proprio murale, utilizzando lo stile che la contraddistingue maggiormente. Non si tratta solo di paesaggi, ma anche di opere figurative, realistiche e astratte. Questi dodici murales si aggiungeranno ai quattordici già presenti per le vie di Graniti, creando un vero e proprio percorso artistico tra le stradine del paese. Questo progetto artistico ha anche altri obiettivi, come contrastare lo spopolamento del piccolo centro attraverso azioni di valorizzazione e promozione come questa. Si prevede che le artiste completeranno i loro lavori entro sabato, quando alle 17:00 partirà da Piazza Manganelli l’inaugurazione itinerante dei dodici murales.

Infatti, nel centro abitato sono già presenti altri quattordici murales realizzati in questi anni grazie all’iniziativa di un cittadino di Graniti di nome Salvatore Romano, che ha vissuto gran parte della sua vita in Svizzera ma ha mantenuto un forte legame con la sua terra d’origine. Graniti Murales ha preso vita nell’estate del 2014 con la realizzazione del primo lavoro dell’artista pakistana Rukhe Neelofer Zaidi, un’opera di grande valore dedicata alla giornalista Maria Grazia Cutuli, corrispondente del Corriere della Sera uccisa in un agguato in Afghanistan e legata al paese attraverso le origini della madre, Agata.

Da allora, molti artisti di diverse nazionalità hanno contribuito al progetto, mettendo a disposizione le loro competenze e trasformando Graniti in un museo a cielo aperto. Ora è possibile passeggiare tra i vicoli e le stradine più nascoste del paese, immergendosi in queste opere d’arte in corso.

Graniti, the painted town of the Alcantara Valley

In Graniti, a small village immersed in the Alcantara Valley, since 2017 artists from all over the world have been creating murals on the facades of local buildings and in the streets of the village. An idea by Salvatore Romano and Karin Maier to create culture, give new life to Graniti through new tourist circuits and encourage a cultural exchange between the local community and artists.

Read more….

Let's meet in Graniti: The town of Murals

Born in Hawaii but chooses Sicily: the art of Richard Ralya in the "Land of Murals"

 

Tra scene del passato e rispetto per l’ambiente
Con l’inaugurazione dei nuovi murales Graniti è ormai un museo a cielo aperto
GRANITI. “Immagini, espressionidel- l’animo sui muri della case del paese, che colorano lo spazio, le vie ed assu- mono tangibili sembianze…”.
Si può sintetizzare così, attraverso i versi iniziali della poesia del concitta- dino Salvatore Puglia dedicata all’e- vento, l’esperienza del progetto “Gra- niti Murales” di Salvatore Romano e Richard Ralya che anche quest’anno ha contribuito a trasformare in un grande museo a cielo aperto il piccolo centro alcantarino amministrato da Carmelo Lo Monte. I nuovi murales realizzati, a firma della statunitense Jenny Ustick, la serba Bojana Ilic e le siciliane Chiara Abramo e Lucia D’A- gostino, sono stati inaugurati nella se- rata conclusiva di “Arts festival 2023”, caratterizzata da condivisione, inter- cultura, poesia, musica, cibo e tanta allegria. Quest’anno anche i ragazzi della comunità (foto a sinistra) hanno
collaborato con il direttore artistico Ralya alla realizzazione di un murales nel muro del campo di calcio, un’espe- rienza divertente e formativa.
Tra le tematiche dei nuovi murales scene del passato, quali la tradizione del ricamo e della trina, il vecchio la- vatoio che sorgeva in piazza Roma e una donna che ha fatto storia, Maria Occhipinti. Da segnalare che un’at- tenzione particolare è stata dedicata
anche al tema del rispetto per l’am- biente, attraverso il murales di Chiara Abramo che ritrae, sulla facciata di u- n’abitazione, un maestoso e colorato Martin Pescatore (foto a destra), un uccello che abita ancora il fiume Al- cantara, benché risulti essere a rischio di estinzione in tutta Europa a causa dei cambiamenti climatici e dell’in- quinamento e dunque da tutelare. A.V.

Un borgo siciliano “dipinto” che incanta turisti e visitatori per la bellezza dei suoi tanti murales

Voglia di relax, aria frizzante, buon cibo, montagna, verde, Street Art a due passi da Taormina? Visita Graniti! Graniti è un piccolo “paese dipinto”, in provincia di Messina, un borgo dell’entroterra siculo che conta poco meno di 1.500 abitanti e si trova nella parte nord orientale della Sicilia, all’inizio dei monti Peloritani, a un’altitudine di 350 mt. sul livello del mare che, nel punto più alto, arriva ad oltre 1000 metri.

leggi di più a riguardo

Dietro la rinascita del borgo mes sinese c’è Salvatore Romano e il suo”Art project Graniti. Un sicilia no, una volta tanto, Vero, fino a un certo punto. L’accento tedesco lo tradisce. Perché Romano è si nato a Gra niti ma praticamente non ci ha messo più piede fino a 10e pas sa anni. E uno dei 75mila siciliani emi grati in Svizzera, A Basilea ha trascorso più di metà della sua vita ma una malattia improvvisa ha cam- biato tutto.

Ha muta to le priorità, ha fatto a pezzi certezze, ha partorito il seme del ritorno. Tornare a Graniti, ma per fare cosa? Una piadine ria innanzitutto. Certo che Granili non è bellas, estato il primo pensiero che gli è halenato in testa non appena è arriva to, dopo aver vendu to le quote dello stu dio di ingegneria far maceutica a Basilea Non è bella, un eu femismo per dire che a Graniti non c’e ra milla, sembrava un paesello fanta sma dimenticato an chedai siciliani.